2046 (2004) ** 

Hong Kong, 1966. Nella penombra di una angusta stanza d’albergo Chow Mo Wan cerca di finire un romanzo di fantascienza ambientato nel 2046; vi racconta dei suoi ricordi, le donne che ha amato, una in particolare, Su Li Zhien (Gong Li), la quale abitava proprio nella stanza accanto alla sua, la 2046.

Un film narrato come fosse un sogno, un riflusso di coscienza. Nell’intrico di visioni, si stagliano le esperienze del protagonista, la città, i salti in avanti del romanzo, nel quale, attraverso l’immaginazione dello scrittore, riprendono vita – trasfigurate – le persone che ha incontrato.
La narrazione è attraversata da simboli, a volte in modo ipertrofico, collegati impercettibilmente fra loro. Un viluppo irrazionale che dà vita a vere e proprie visioni. “2046” è un film non del tutto riuscito, che genera il sospetto d’essere mutilo o incompleto. 

2046 (Hong Kong/Cina 2004) di Wong Kar-wai – con Tony Leung Chiu Wai, Gong Li, Faye Wong, Zhang Ziyi, Takuya Kimura.

11 aprile 2005

Annunci