“Il capitale umano” (2014)*

Un buon film è costituito – anche, forse – dall’equilibrio tra sceneggiatura, messinscena, recitazione, se questi tre ingredienti si mescolano assieme in modo armonioso è quasi fatta, il film è riuscito.

Non è detto che un buon film sia anche un film di successo, non è così automatico, ma nel lungo periodo può garantirsi fama e giusto rilievo da parte di critica e di pubblico di appassionati.

Il punto è che questo film di Virzì è costruito e decostruito su piani narrativi complessi e ordinati per capitoli, ognuno dedicato a un personaggio, frammenti di un discorso unitario che confluiscono nella trama principale.

Il film è ben recitato, è ben girato, ma non è ben scritto. Nonostante sia costruito su un meccanismo a incastri e punti di vista diversi che guardano a un stesso fatto (tipo “Rashomon”), si rimane agghiacciati dalla pochezza dei dialoghi, dagli stereotipi, dalle banalità, dalla pigrizia, dalla freddezza.

Come uno zucchero filato si raggruma attorno a un nucleo creando volume vistoso e ingombrate, ma infine inconsistente. Una frase dal sen sfuggita risvela forse una sottotraccia profonda: “Avete scommesso sul fallimento di questo Paese e avete vinto”, frase gigantesca che qui è sprecata, buttata. Peccato.

Bravi gli attori, Gifuni è in parte, Bruni è per la prima volta a proprio agio nel ruolo della miliardaria annoiata.

Per il resto, perché candidarlo agli Oscar? In effetti non è stato un colpo di genio.

“Il capitale umano” è diretto da Paolo Virzì.

18 febbraio 2015

Annunci

N – Io e Napoleone (2006) *

Film uscito fuori tempo massimo. Monicellismi del grillo non salvano un regista che raramente è uscito dai propri stilemi (quando ci riesce però è notevole, ad esempio “Caterina va in città”), almeno finora. Un film artigianale, con attori inquietanti.

Menzione a parte la merita il nuovo Flavio Bucci, almeno fisiognomicamente, cioè Massimo Ceccherini, che si rivela ancora una volta una gemma grezza del nostro panorama cinematografico.
Un film scontato se letto in filigrana antiberlusconiana, come pare voler alludere.

24 aprile 2007