Il padrone delle ferriere (1919) ** 

Storia del contrasto tra classi sociali, e delle peripezie degli appartenenti, che però, nel finale, si concilieranno fatalmente.

Un film costruito per la Menichelli. Ripetitivo, schematico, abbondante di didascalie e privo di interesse. Il soggetto si basa su un luogo comune, cioè il divario tra aristocrazia impoverita e fannullona e borghesia laboriosa e feconda ma greve; l’elementarità dei personaggi pesa poiché appaiono nei loro tratti emotivi e più manifesti.

Visto alle “Giornate del cinema muto di Sacile” (PN).

Il padrone delle ferriere (Italia, 1919) di Eugenio Perego – con Pina Menichelli (Clara de Beaulieu), Amleto Novelli (Filippo Derblay), Luigi Serventi (Duca di Bligny), Lina Millefleurs (Athenaide Moulinet), Maria Caserini-Gasperini (Marchesa di Beaulieu), Myriam De Gaudi (Signora Derblay). Imbibito e virato. Didascalie in italiano.

11 ottobre 2005

Annunci