Testimone d’accusa (1957) ****

Grazie alla sua testimonianza, una donna potrebbe decretare la svolta al processo per omicidio. Processo nel quale il consorte rischia la pena capitale.

Meccanismo giudiziario calibrato sull’arguzia dei personaggi. Forse l’impianto teatrale è a favore di un pubblico da condurre per mano fino al finale rivelatore del meccanismo stesso.

Cast stellare, tra tutti: Charles Laughton e Marlene Dietrich, che sfrutta la sua fisionomia divistica e ne raccoglie i frutti, diretti magistralmente dal grande Billy Wilder.


Un film da rivedere, avvincente e scorretto politicamente (“Non l’ha ucciso, l’ha giustiziato!”, sentenzia il vecchio avvocato che ha appena assistito ad un omicidio dinanzi ai propri occhi).
L’ambientazione è  volte astratta disorienta volutamente la visione di film ricco di colpi di scena.

Tratto da un’opera di Agatha Christie.

Witness for the Prosecution (USA 1957) di Billy Wilder – con Marlene Dietrich, Charles Laughton, Tyrone Power, Elsa Lanchester

25 aprile 2006

90580b_testimone-d-accusa-visore