La ragazza del tempo – Weathering With You (2019)

Exploit di pubblico anche in italia, forte delle quasi trentamila presenze in sala in due sole giornate di programmazione (complice, forse, il vincolo di distribuzione che massifica gli ingressi), Weathering With You, film di animazione giapponese, colpisce per qualità di messinscena iperrealista, a dir poco miniata.
Ancora sul versante della forma l’opera di Makoto Shinkai (“Your Name”, 2017), pur nella sua complessità, può risultare molto meno affascinante per questioni stilitiche che pure connotano il format “anime” tradizionale. Ad esempio le canzoni di corredo risultano piuttosto invadenti quando sono intrecciate ai dialoghi –  che talvolta vengono surclassati nell’edizione doppiata – e che, lungi dallo stile del musical (sono, infatti, accompagnamenti musicali non diegetici), talvolta paiono giustapposte, ma proprio perché i testi giapponesi, non essendo sottotitolati, non dialogano con gli eventi. Menzione a parte merita il continuo product placement, talmente sfacciato da essere straniante (sia detto senza motivo di scandalo) e ben superiore per ricorrenze (almeno nella parte iniziale del film) alle altrettanto celebri ostentazioni presenti nelle commedie italiane degli anni Settanta, ad esempio.

Al di là di ciò l’apologo morale ecologista-catastofico si pone al di là del bene e del male, ovverosia non vanta prese di posizione né (fortunatamente) ricette risolutive ma, mantenendo la superficie e un registro fantastico, dà atto degli sconvolgimenti atmosferici dati ormai per irreversibili. Più forte, invece, è la prospettiva tradizionalista di confronto-scontro tra periferia e megalopoli, in questo caso una sperduta isola dell’arcipelago giapponese e Tokyo. Ciò fa da sfondo al percorso tortuoso che vede la coppia di protagonisti, adolescenti e attratti l’uno dall’altra, minacciati da un sortilegio (Hina è, infatti, una prescelta, una “sacerdotessa del sereno”, capace di riportare il sole dove non c’è, ma è un processo che di volta in volta la conduce all’oblio), sorta di benedizione e maledizione a un tempo, che prima o poi li dividerà. Entrambi, peraltro, sono orfani o sradicati in fuga dal passato, ossia soli al mondo, da sempre temi patetici centrali e irrinunciabili negli anime.
Se il soggetto, dunque, trova senso perlopiù nel ruolo simbolico dei personaggi, l’altro tema culturalmente ricorrente nella produzione cinematografica nipponica, ossia la guerra, é presente, per quanto metaforica, nel conflitto dichiarato dall’uomo alla natura, ormai arrivato al termine, sfida che l’umanità sta ineluttabilmente perdendo. La natura (o, forse, un ente divino?) dunque si ribella riversando una pioggia incessante che penetra sin nello spirito dei personaggi, lo modifica e ne sconvolge desideri e priorità.
I numerosi rimandi metaforico-allegorico riferibili a uomini e animali sono sufficientemente ambigui, non sempre di facile interpretazione, ma il punto di forza è dato da una messinscena a metà tra tradizione stilistica e innovazione digitale, giunta a una pulizia, rigore e fantasia che è una festa per gli occhi.  Per contrasto il pessimismo cronico strisciante è in linea con le avanguardie e i movimenti d’opinione mondiali che lottano per una sensibilizzazione di massa sui cambiamenti climatici catastofici, qui già dati per irreversibili, che aprono a un finale non proprio inaspettato, tra colpi di scena che non lo sono affatto, ma fanno gioco alla spettacolarizzazione.

In Weathering With You – così come è stato per molti film, anime, serial TV di produzione giapponese – rimane l’imprintig dell’olocausto atomico e una sostanziale speranza per quanto ridotta ai minimi termini, perciò gli individui, infine, e nonostante tutto, sopravvivranno (felici) adattandosi alla catastrofe, anche se essa è oramai irrimediabile.

image013

Autore: Cinex

Recensioni per nulla obiettive: una risposta sbagliata ai Dizionari (stelline comprese) da un vecchio blog più volte caduto in oblio, ma mai abbastanza.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...