La grande scommessa (2015) **

Come si è arrivati alla grande crisi economica del 2008, la crisi che ha trasformato il mondo in cui viviamo e che subiamo? Ci pensa “La grande scommessa” a svelare il meccanismo a orologeria – inventato negli anni Settanta – e che ha portato al collasso decenni dopo il sistema economico occidentale. Il tutto è visto e vissuto attraverso quattro esperti finanziari che avevano capito prima di altri quel che stava accadendo.

La-grande-scommessa_oriz

La trama racconta, fin nei particolari minimi, le questioni e i risvolti che probabilmente giungono per intero solo agli addetti ai lavori (e a chi non getta subito la spugna), eppure il film risulta godibile anche per chi si affida agli aspetti più evidenti, cioè alle cause e agli effetti della speculazione. Nonostante il rischio di perdersi in un labirinto di definizioni gergali e tecnicismi sia sempre in agguato, il film riesce a mantenere la tensione superando qualche leziosità di troppo grazie anche a un cast stellare a proprio agio, a un buon ritmo e montaggio e a qualche espediente di discontinuità che mantiene sveglio l’interesse dello spettatore.  In estrema sostanza, basta essere consci che il diavolo si annida nei dettagli e prima o poi si rivela.

Il film all-star ha il suo punto debole nell’interpretazione di Christian Bale che definire sopra le righe è perfino generoso. A Ryan Gosling, dagli inediti capelli e occhi castani, spetta raccontare e spiegare sintetizzando i passaggi più complicati della macchinazione, e lo fa in camera-look , interpellando direttamente il pubblico.

Il film è coadiuvato dai cameo di Selena Gomes e Margot Robbie – quest’ultima porta in dote un omaggio a “The Wolf of Wall Street” per questioni di affinità finanziarie – in contesti simbolici o evocativi. Al tavolo verde la prima, che ovviamente rimanda all’azzardo delle banche e delle compagnie di rating corrotte per sopravvivere; alla seconda con il non plus ultra della ricchezza smodata rappresentato dalla modella bionda immersa in una vasca da bagno schiumogena, con calice di champagne in mano.

sexy

P.S. chi ha visto il film di Virzì “Il capitale umano” non può non notare che condivide una frase, peraltro forte, con “La grande scommessa” ovvero quando Brad Pitt rimprovera ai due ragazzi rampanti di aver vinto scommettendo sul fallimento del Paese e sulla disoccupazione di milioni di lavoratori.

Annunci

Autore: Cinex

Recensioni per nulla obiettive: una risposta sbagliata ai Dizionari (stelline comprese) da un vecchio blog più volte caduto in oblio, ma mai abbastanza.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...