Corpse bride – La sposa cadavere (2005) **** 

Due famiglie inglesi, una agiata ma senza lignaggio nobiliare, l’altra aristocratica ma povera, combinano un matrimonio ai rispettivi figli per loro esclusivo interesse. Nonostante la situazione asfissiante, i due giovani si innamorano l’uno dell’altra; purtroppo, durante le prove per il matrimonio alla vigilia della cerimonia, lo sposo si deconcentra continuamente e non ripete correttamente la formula del connubio dettata dal prete; sconsolato e umiliato, fugge in un bosco tetro e una volta lì ripete correttamente il rituale ed impalma quello che egli riteneva essere un ramo rinsecchito; ma non sarà così, e i problemi per i promessi sposi si moltiplicheranno fino a sconfinare nell’aldilà.

Gli ingredienti gotici, più noti in Italia come dark, ci sono tutti, reinventati e resi più freschi da un’animazione formidabile e spesso soprendente, che negli anni hanno fatto della poetica di Burton un carattere unico, che rinnova temi della letteratura romantica.

I personaggi negativi o cattivi sono caricaturali, ed esprimono le loro velleità, l’ingordigia, l’insensibilità abitando in città oscure o palazzi tetri: è una realtà che li rappresenta perfettamente, li rassomiglia, insomma un aldiquà funereo e cattivo già visto in altri film di Burton (“Edward mani di forbice” su tutti); ma in questa nuova opera (dieci anni di lavoro) fa da contraltare un aldilà colorato, un approccio “messicano” con la morte, vivido e saggio, pacato e malinconico, ma capace di grandi feste e sentimenti accesi, dove le sensazioni dei morti sembrano emergere decisamente sulla scontata e grigia avidità dei viventi.

Musical realizzato con la tecnica di animazione chiamata stop-movie, messa a punto dal regista con il coautore Mike Johnson, che già aveva reso celebre Tim Burton con il primo cortometraggio della sua carriera di regista, “Vincent” del 1982, o del più famoso “Nightmare Before Christmas” (1993, regia di Henry Selick).

Visto alla Mostra del Cinema di Venezia.

Corpse Bride (GB 2005) regia (film d’animazione) di Tim Burton, Mike Johnson, durata: 75′

9 settembre 2005

Annunci

Autore: Cinex

Recensioni per nulla obiettive: una risposta sbagliata ai Dizionari (stelline comprese) da un vecchio blog più volte caduto in oblio, ma mai abbastanza.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...