“Acqua tiepida sotto un ponte rosso” (2001) *** 

Un disoccupato spera di impadronirsi di una statua d’oro e cambiare la propria precaria vita, quindi parte per la penisola giapponese di Noto, ma qui incontra l’amore in una donna misteriosa: lei infatti a ogni orgasmo emette dal suo corpo dell’acqua nebulizzata che attira una grossa quantità di pesci.
A questo punto il disoccupato decide di rimanere lì per fare il pescatore, ma le cose non proseguono che egli spera.

Una fiaba ambientata da Imamura nel Giappone tradizionale, in un villaggio rigato da canali che si insinuano tra le case dagli inconfondibili tetti digradanti a arricciati, l’acqua e la pesca sono fuse simbioticamente con la curiosa peculiarità sessuale della donna.

Akai hashi no shita no nurui mizu (2001) di Shohei Imamura – con Koji Yakusho, Misa Shimizu, Mitsuko Baisho, Mansaku Fuwa

[4 marzo 2005]

Annunci

Autore: Cinex

Recensioni per nulla obiettive: una risposta sbagliata ai Dizionari (stelline comprese) da un vecchio blog più volte caduto in oblio, ma mai abbastanza.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...